AMICI DI AUDIOJAM2

PATRIZIA LAQUIDARA
Patrizia05



















 



Patrizia Laquidara è cantante, autrice e compositrice di fama internazionale.

Per info :

www.patrizialaquidara.it

______________________________________________________
 
AMICI DI AUDIOJAM2
 
NAOMI BERRILL


Naomi Berrill è violoncellista e cantante di origini irlandesi, musicista di fama internazionale.

Per info :

http://www.naomiberrill.org/

______________________________________________________
 
PAOLO VIAPPIANI
PER LE SPIKA:

LEGGI LA SUA RECENSIONE
P9110493

Paolo Viappiani, architetto, nato alla Spezia, redattore tecnico per riviste del settore audio, è stato per anni direttore della rivista COSTRUIRE HIFI, è conosciuto dal mondo audiofilo soprattutto per i suoi libri sulla costruzione e tecnica dei diffusori acustici, sui quali una generazione intera di autocostruttori ha studiato e approfondito le proprie conoscenze. Nel 2003 L'architetto Viappiani ha recensito i diffusori SPIKA.

______________________________________________________
 
MATTEO LUPATELLI
















 
Matteo Lupatelli è l'ex vignettista della rivista SUONO, molti si ricorderanno de " La parola fine", striscie satiriche e divertenti  le quali concludevano il mensile.
Ora Matteo è l'attuale vignettista e disegnatore della rivista on-line VIDEOHIFI.
________________________________________________

KOSTANTIN





 
Il Maestro di pianoforte Konstantin Glouzman ha iniziato a suonare il pianoforte all'età di 6 anni. Nel 1983 si è diplomato al conservatorio in Russia (Norilsk - Mosca). Nel 1992 si è trasferito in Australia, dove ha cominciato a suonare, insegnare e partecipare a tutti i festival jazz su tutto il territorio australiano. Nel 1994-1999 egli insegnava pianoforte classico e jazz nel Victorian College of the Arts, sito in Melbourne. Nel 2000, ha sviluppato la sua propria scuola, "Scuola di Piano". Nel 2012 si trasferisce in Italia, dove  insegna pianoforte.
Per ulteriori informazioni, si prega di visitare i link qui sotto:
________________________________________________


 
 

E L E T T R O A C U S T I C A    A U D I O J A M 2

RIPARAZIONI - SOLUZIONI CROSSOVER - TWEAKING - UPGRADE


PER QUALSIASI INFO, CONTATTATEMI ( telefono, Whatsup, Facebook ) O MANDATEMI UNA E-MAIL ( contatti a piede pagina )
FOR ANY FURTHER INFO, PLEASE CALL ME OR E-MAIL ME ( see below this page )
_______________________________________________________________

RIBORDATURA ALTOPARLANTI



La RIBORDATURA di un altoparlante consiste nella sostituzione della sospensione ESTERNA, ovvero l’anello di materiale elastico che tiene in posizione centrata il cono nel suo cestello e che ne permette il regolare movimento.
 
Le sospensioni esterne sono generalmente di 3 tipologie : foam ( schiuma di poliuretano ), gomma ( butilica, santoprene, norsolex ) e tela pieghettata. Vi sono anche sospensioni in carta ( AP economici ).
 
Il foam è un ottimo materiale per le sospensioni, in quanto inerte e smorzato, ma ha il difetto di degradarsi col tempo, soprattutto se esposto alla luce diretta, e dopo alcuni anni esso inizia a sgretolarsi e se ne rende necessaria la sostituzione.
La gomma è un materiale dalle caratteristiche meccaniche ed acustiche generalmente inferiori rispetto al foam ( isteresi, maggiore rigidezza ) ma ha il vantaggio di durare molto più a lungo nel tempo. Anche essa comunque, tende a degradarsi : la vulcanizzazione prosegue lentamente e porta alla fessurazione e all’indurimento progressivo della sospensione, soprattutto se l’AP viene tenuto vicino a una fonte di calore ( calorifero, sole diretto, abitacolo vettura d’estate..)
La tela è quasi eterna ma non consente escursioni meccaniche di un certo livello. Raramente se ne necessita la sostituzione ( tagli dati da imperizia o urti accidentali, distacchi per eccessiva potenza di impiego ), può comunque succedere.
 
  • E’ buona norma non cambiare la tipologia di sospensione ( ad esempio gomma al posto del foam ) nella sostituzione : il costruttore ha pensato l’AP con tale tipo di sospensione per un motivo ben preciso ! I parametri e la timbrica potrebbero modificarsi in maniera inaspettata.
  • E’ buona norma ricercare una sospensione di ricambio la quale sia  la più simile possibile a quella originale, in termini di dimensioni e rigidità.
  • La sospensione è caratterizzata da 4 dimensioni fondamentali ( diametro esterno D1, diametro interno D4, diametro di inizio e fine corrugamento D2 e D3 ) e da due tipologie fondamentali : a bordo interno inclinato e a bordo interno piatto ( dipende dal bordo esterno del cono ).
BORDO1
 
  • La sospensione una volta posizionata, non deve ne tirare il cono verso il basso ( verso il magnete ) ne verso l’alto ma deve mantenere l’equipaggio mobile al punto ZERO ( centrato ).
  • E’ buona norma rilevare i TSP fondamentali dell’AP dopo la sostituzione. Essi non dovrebbero discostarsi più di un 10%-15% rispetto ad un componente nuovo oppure ai parametri dello stesso componente ( o di un’altro indentico  in buone condizioni ) prima della sostituzione.
 
La ribordatura è un intervento da fare con MOLTA PRECISIONE E CALMA. L’AP ha solo qualche decimo di mm di tolleranza interna, per cui, se non siete persone pazienti, precise e con una discreta manualità, potreste danneggiare PER SEMPRE l’altoparlante….EVITATE QUINDI DI PROCEDERE NELL’INTERVENTO e affidatevi a un professionista serio e competente!

BORDO2
_______________________________________________________________
 

RICONATURA ALTOPARLANTI

La RICONATURA di un altoparlante consiste generalmente nella sostituzione dell'intero equipaggio mobile dell'AP : sospensione esterna, cono, bobina mobile e supporto bobina, sospensione interna ( SPIDER ), cappuccio antipolvere ( DUSTCAP ).

Generalmente si procede alla riconatura altoparlante dopo la bruciatura della bobina mobile, o a seguito di un guasto meccanico grave : schiacciamento meccanico del cono, taglio, versamento di acqua o liquidi sull'altoparlante, principio di incendio altoparlante. A volte anche un prolungato inutilizzo dei diffusori in un ambiente esterno particolarmente nocivo ( caldo, umido o acido ) possono provocare danni così gravi che si rende necessario tale intervento.

Generalmente vengono forniti i componenti in kit di montaggio per lo specifico AP da riconare, dalla casa costruttrice o da azienda che ne produce i componenti.



In alternativa al recon kit "ufficiale" è possibile acquistare i singoli componenti sfusi, anche se bisogna prestare molta attenzione al fatto che i componenti siano effettivamente quelli chiesti e necessari !

Elemento assolutamente basilare in qualsiasi operazione di riconatura è il seguente : la bobina mobile deve essere incollata al suo spider in maniera che il centro fisico dell'avvolgimento sia perfettamente centrato nell'altezza della piastra polare superiore.

Figura_3

Per il resto, valgono le considerazioni fatte in merito alla RIBORDATURA : è un intervento da fare con MOLTA PRECISIONE E CALMA. L’AP ha solo qualche decimo di mm di tolleranza interna, per cui, se non siete persone pazienti, precise e con una discreta manualità, potreste danneggiare PER SEMPRE l’altoparlante, oltre che gettare denaro !….EVITATE QUINDI DI PROCEDERE NELL’INTERVENTO e affidatevi a un professionista serio e competente! Inoltre la RICONATURA è un intervento COSTOSO : valutate quindi se sia il caso di eseguirla o se non sia più conveniente riacquistare l'AP nuovo !
_______________________________________________________________
 

SOSTITUZIONE CABLAGGIO INTERNO
 
Molti ottimi diffusori acustici in commercio utilizzano al loro interno un cablaggio non adeguato alla classe, al prezzo e alle potenzialità del diffusore stesso. Ciò per due motivi : uno prettamente economico ( i cavi audio sono generalmente piuttosto costosi ) e l'altro prettamente "ideologico": In pratica, alcuni progettisti ritengono inutile l'impiego di cavi per uso audio, ritenendo qualsiasi cablaggio conduttore adatto all'impiego in bassa frequenza. Lasciamo ad ognuno le proprie idee (!) e andiamo a ribadire che, qualsiasi diffusore necessita di un buon cablaggio al suo interno, sia in termini di qualità del cavo che del suo specifico impiego. Quindi le prestazioni sonore di un qualsiasi diffusore acustico possono essere incrementate in maniera sensibile scegliendo e montando accuratamente il cablaggio interno.

Vi è molta teoria ( vera o presunta ) sui cavi audio di potenza. Vediamo di riassumerne brevissimamente i punti base :
 
  • Deve avere una sezione adatta all'impiego. La sezione e altri parametri si standardizzano con la tabella AWG ( American Wire Gauge ), qui sotto riportata per comodità.
tabella_cavi
 
  • Possiamo affermare che, per potenze domestiche (quindi limitate a qualche centinaio di watts ), le sezioni RACCOMANDABILI sono le seguenti : per woofer e midwoofer ( gamma bassa e mediobassa ) ottimale una sezione compresa tra 10 AWG e 14 AWG - Per midrange e tweeter ( gamma media e acuta ) ottimale una sezione compresa tra 14 AWG e 18 AWG. Al salire della frequenza, sempre meno corrente viene inviata agli AP, per cui un tweeter sarà attraversato da correnti molto più modeste rispetto a quelle in arrivo a un woofer. Di conseguenza la sezione del cavo potrà essere ridotta senza alcun problema.
  • Evitate l'impiego di cavi di sezione inferiore a 18AWG per questo specifico impiego. Anche se il cavo è di ottima qualità, una sezione considerevole è sempre necessaria in un diffusore acustico, per via delle correnti elevate  ( anche parecchi ampere ) che circolano al suo interno. I cavi di piccola sezione possono scaldarsi e strozzare la dinamica del diffusore.
  • Ideale per l'impiego audio il cablaggio OFC ( Oxigen Free Cooper o rame senza intrusioni di ossigeno ), che ne ottimizza il rendimento. Evitate se possibile il cavo CCW ( Copper Clad Wire ) in quanto, non essendo di rame ma in alluminio, e solamente ricoperto di rame, potrebbe avere prestazione sonore inferiori.
  • Molti cavi sono contrassegnati da un numero seguito dalla lettera "N" : è il numero di decimali che ne contraddistingue la purezza. Ad esempio un cavo 4N sarà composta da cristallo di rame puro al 99,9999 per cento. Ovviamente, piùà elevata è la purezza del rame maggiori saranno le prestazioni sonore ( almeno in via teorica..).
  • La lunghezza dei conduttori deve essere quella MINIMA possibile, ovvero dai morsetti al crossover e dal crossover agli AP, ci deve essere abbastanza cavo da poter connettere facilmente il tutto e avere un poco di margine per lo smontaggio agevole, ma nulla più. Inoltre, nel caso di impiego della stessa sezione di cablaggio per gamma bassa e gamme media e alta, si consiglia di realizzare tutti gli spezzoni con la stessa medesima lunghezza.
  • Il cablaggio interno dovrebbe appoggiarsi e toccare il meno possibile il legno del cabinet interno e i magneti o i cestelli degli AP e quindi rimanere sospeso il più possibile, o appoggiato sul soffice materiale acustico interno : un buon isolamento dalle vibrazioni meccaniche è sempre salutare al suono ( le vibrazioni meccaniche si convertono in battimenti acustici ).
  • Si consiglia sempre di SALDARE i cavi al crossover e agli AP, evitando di impiegare FASTON, i quali sono soggetti a fenomeni di ossidazione, distacco meccanico, oltre che ad essere fatti, nella maggioranza dei casi, di materiale ben poco nobile e quindi nocivo al passaggio del segnale. Utilizzare solamente i FASTON o altri morsetti nel caso di frequenti e indispoensabili smontaggi e rimontaggi, ad esempio in una cassa-test.
  • Molti cavi hanno una direzione di impiego : ciò è dovuto al processo di estrusione, che ne orienta i cristalli in una direzione precisa. Rispettate sempre la direzione indicata sull'isolatore.
  • Evitate come la peste (!) di fare giunte, spezzoni tra loro attaccati con nastro adesivo, derivazioni strane, utilizzare  morsetti mammuth "volanti"o altro : le giunte sono sempre molto deleterie per il suono ! Più il passaggio è diretto e meno componenti attraversa, meglio è !
  • Se possibile, scegliere cavi di cablaggio interno con isolatore MORBIDO : il silicone è l'ideale, o comunque un materiale soffice e facile da tagliare con le forbici. Esso protegge meglio il cavo dalle inevitabili vibrazioni meccaniche che si trasmettono all'interno dei diffusori.
 
Per il resto, valgono le solite considerazioni : se non siete persone pazienti, precisi e con una discreta manualità, EVITATE  DI PROCEDERE NELL’INTERVENTO e affidatevi a un professionista serio e competente!
_______________________________________________________________

 













 
 
Elettroacustica AUDIOJAM2 - Alberto Bellino - Contatti/Contact : Via dei Platani, 13 - 27010 - MIRADOLO TERME (PV) ITALY - Tel : +39 347 7112201 - Skype : albertoemariana
 
  Site Map